Perle di padre Médaille

di suor Silvia Canale
Nelle acque tiepide dell’Oceano Indiano Alexandre fa il cercatore di perle, ma il piccolo tesoro che raccoglie non lo può tenere per sé, deve consegnarle al padrone. Alexandre, splendido ragazzo dalla bellezza esotica, ha un talento che va oltre la capacità di trattenere il respiro più a lungo di qualsiasi altro cercatore di perle. Lui è un artista!
Questo personaggio richiama un dinamismo circolare: ricevere e donare, e un pregio: scendere in profondità. Due requisiti che motivano la presente raccolta: “Perle di padre Médaille”, sul Sito della Federazione italiana.
È una proposta bella e significativa. Un dono si moltiplica e fruttifica solo facendolo circolare. La riflessione, la ricerca e la condivisione ne arricchiscono i tratti e gli danno splendore. Un dono che va cercato con la capacità di ‘trattenere il respiro’ per vagliare ciò che è autentico e genuino da ciò che è artefatto o superato.
È l’arte di pescare tratti luminosi della nostra spiritualità, aspetti nutrienti oggi, veri gioielli di vita, non solo per sé, ma per consegnarli all’onda dinamica della comunione delle Suore di san Giuseppe. È strappare al passato perle cristallizzate, protette dallo Spirito e rese invulnerabili al logorio della storia e alle mode del tempo; riportarle alla luce, nelle loro forme e colori, per irradiare la nostra esistenza.
Puoi attingere nel Munu a destra ... per far brillare la tua vita e quella dei fratelli...

Perle di padre Médaille