A volo d'uccello… [4]

di suor Graziella Zocchi
Anche a Pinerolo: Casa Famiglia, Casa Betania, oltre la Casa della Giovane, con una parte data ...

per corsi professionali di cucina e sala. Non sembra vero che la “home”, la sua origine, la sua storia possano incidere sulla “house” ma incidono; la Congregazione delle suore di San Giuseppe di Pinerolo, non potendo più, come tutte, sostenere le tante opere di un tempo, si spoglia passando ad altri la fiaccola. A una Cooperativa dà parte di una proprietà, ma le suore continuano a essere presenti nell’abitato accanto, con una Casa di ospitalità per giovani; il buon vicinato ha un tocco particolare: cordialità, sostegno; un clima di familiarità, di serenità gradito dai giovani operatori della nuova struttura; la coordinatrice è orgogliosa di essere stata allieva delle suore e si sente in lei veramente una certa “parentela”, forse qualcosa della spiritualità…
Ma la grande spiritualità di comunione, di semplicità e di cordiale carità la si respira a pieni polmoni nella “Casa famiglia” nella quale suor Rosa Maria Iuliano è presente da 40 anni e, insieme alle sorelle, permea l’ospitalità di caratteristiche veramente materne.
Durante l’ospitalità le ragazze seguono, all’interno della stessa struttura, corsi professionalizzanti di cucina e sala, e, nel giorno della nostra visita ONG, nonostante l’assenza della loro maestra, servono un pranzo degno di un 5 stelle.
Tutta la casa, arredata all’insegna della sobrietà, risulta di una particolare bellezza, creata da una straordinaria creatività espressa nella vivacità dei colori, nell’armonia delle linee e delle proporzioni, che ricoprono magnificamente il “materiale povero”, che viene abitualmente usato. E tutto è amore. Una bella casa che comunica serenità, gioia pur racchiudendo una infinità di problemi.
Accanto all’area destinata alle ragazze, ma separati, ci sono pure alloggi per famiglie in difficoltà, anche queste seguite con grande affetto.
A Pinerolo, oltre alla visita all’Istituto magistrale, dove abbiamo avuto un ricchissimo incontro con gli studenti, abbiamo anche ricevuto una toccante comunicazione da parte di suor Maria Rosa Orlando, suor Patrizia La Manna e suor Silvana Manavella della loro esperienza in un Campo di rifugiati in Grecia. Tutti gli articoli [1] [2] [3] [5]