Comunità Boa Esperança - Santarém

La prima comunità (v. seconda) intercongregazionale di Federazione ha avuto inizio il 19 marzo 2010 a Boa Esperança, in Amazzonia, nella diocesi di Santarém. Un’area pastorale di 171.906 km2 eretta da Pio X nell’anno 1903, formata da sei grossi municipi dello stato del Parà.
La città di Santarem offre la bellissima veduta dell’incontro delle acque; si tratta del fenomeno naturale dove le acque scure del fiume Rio delle Amazzoni si incontrano con le acque chiare del fiume Tapajòs. Per chilometri e chilometri le acque non si fondono formando così uno spettacolo meraviglioso ed unico al mondo.
La comunità religiosa è composta di tre membri: suor Anna Clara Corino (Cuneo) irmã Ratiomar Macedo (Pinerolo) irmã M. Graça da Silva (Istituto) che in qualche manciata di mesi hanno attivato una rete di relazioni e di servizi nell’immensa area della loro parrocchia, che conta 77 comunità, distribuite in 2 aree. Le comunità parrocchiali sono piccole, ma le distanze molto grandi; le strade, nell’interno della foresta, quando esistono, sono, sovente, abbastanza impraticabili, soprattutto nei periodi di pioggia.
Con coraggio e determinazione, le nostre sorelle curano l’incontro capillare con ogni famiglia; ascoltano la gente, amano la loro storia, assumono le attese, condividono le gioie e le fatiche.
Sono significative alcune espressioni di una di loro: «… Come l´acqua dei fiumi, così è la missione delle suore di San Giuseppe. È percorrere cammini, è andare incontro alle persone, sia su terra ferma come sul fiume, per incontrare Dio nella vita di un popolo semplice, silenzioso, contemplativo... Questa missione ci spinge a superare gli ostacoli, le paure, la solitudine, le insicurezze che ci portiamo dentro [...].
L´esperienza della comunità inter-congregazionale é come l´incontro dei due fiumi; ognuna si dona gratuitamente, per unire le acque nell'unico fiume che é la comunità, luogo di comunione e di riconciliazione, luogo che ci aiuta a superare le sfide della realtà amazzonica».