Piccolo Disegno: un carisma per tutti

La voce dei laici, Cuneo
La prima Giornata pre-capitolare delle Suore di san Giuseppe di Cuneo...

ha avuto come tema: “Il Piccolo Disegno: un carisma per tutti”. Numerosa è stata la partecipazione, come un campo fiorito di variegati colori. Volti diversi: suore e laici, giovani e meno giovani, provenienti da vari paesi: Europa, Africa, Brasile e Argentina. Un tempo ricco di contenuti, emersi sia dalla accattivante e significativa relazione di suor Enrica Moia, suora dell’Istituto, sia dalla viva voce della testimonianza dei laici che vivono la spiritualità del Piccolo Disegno. Di seguito alcune delle loro risonanze.
«Un’aspetto del carisma di padre Médaille lo vorremmo incarnare, viverlo nell’essere un dono per l’altro, cioè farne dono. Quello che ci è molto piaciuto è il constatare che è un carisma per tutti».
«…Suor Enrica Moia ci ha fatto gustare il ‘Piccolo Disegno’ come un carisma per tutti. Molto ricca, per me, l’immagine del pane spezzato per tutti; c’erano delle mani di tutti: delle suore, dei laici, di tutti… Questa esperienza è molto ricca ma ci manca ancora… Da noi nel Congo mancano ancora mani dei laici. Questa giornata ci dà lo slancio di fare il passo per l’altra mano che ci manca». Suor Marthe Etsaunga
«Bello sapere che il carisma è un dono per tutti; che le Massime, lasciate padre Médaille, non sono solo per le suore ma anche per noi laici. Queste ci aiutano a vivere nella quotidianità il rapporto familiare e il rapporto con i figli». Maurizio
«Fare comunione con i laici dà molto alle suore. Deve cambiare un po’ questa mentalità che siamo noi suore che diamo ai laici!».
«È molto importante essere laici alla ricerca, perché si sente il bisogno in Congregazione di avere delle indicazioni anche da parte dei laici su come calare concretamente, nelle proprie realtà il carisma. Un altro aspetto che ci ha colpiti è l’immagine, presentata da suor Enrica Moia, è che il carisma sta tra Babele e la Pentecoste. Inoltre anche il fatto di non avere fretta di istituzionalizzare… lo Spirito è vento, è movimento… Occorre ancora tempo lungo e pazienza per ascoltarci, per cambiare mentalità…».
«Da quando ho conosciuto le suore giuseppine ho fatto un cammino eccezionale! Voglio solo dirvi un grazie enorme per tutto quello che mi avete insegnato».
«Sono laica del ‘Piccolo Disegno’, ho sentito parlare del carisma sempre, ma oggi ho scoperto una cosa. Sempre pensavo che il carisma fosse una cosa un po’ distante. Suor Enrica Moia ha acceso una lampadina: che il carisma è dei cuori semplici, che è stato donato e così mi appartiene. Questa scoperta è molto seria e importante per me. Un dono che appartiene alle cose piccole. Allora ho scoperto che Dio valuta le cose piccole. Sentirmi parte di questo carisma, che appartiene alle cose piccole, sento di contribuire alla storia di Dio in ognuno».