Dolcezza e pace del cuore

di Franco, laico Pinerolo
«Vivete nella pace e nella dolcezza interiore e lasciatela trasparire comportandovi...

senza precipitazione e senza affanno», dice la Massima di padre Médaille [VII, 1]. È quando sei nell’affanno che queste parole paiono come un farmaco lenitivo. Non esime dal fatto di impegnarsi in forma attiva per migliorare ciò che è migliorabile. Ma tutto ciò che non dipende da te può essere vissuto in diverse maniere. Con contrasto, precipitazione, affanno, voglia di rivalsa, oppure abbandonandoti in Dio come un bimbo piccolo si abbandona nelle braccia di sua madre, “evitando gli eccessivi timori…, non attaccandosi ai propri desideri e progetti, fidandovi pienamente di Dio”.

Perle di padre Médaille