Il lievito della comunione

di Carla e Piero Datti
Qualche anno fa è nato a Ferentino, Frosinone, un gruppo di preghiera guidato...

dalle Suore di San Giuseppe di Chambéry. Quello che ci unisce è la passione per Gesù. Tutto è iniziato quando le Suore si sono avvicinate alla parrocchia dove alcuni di noi abitano. Pian piano abbiamo cominciato a conoscere il loro modo di fare missione: stare con le persone e stabilire con loro un contatto personale. Questo stile ha fatto lievitare la fiducia reciproca, quella che serve a fare aprire, prima ancora che le nostre case, i nostri cuori.
Spesso ci recavamo nella loro casa per momenti di convivialità. Negli anni c’è stato un avvicendarsi di suore e, comunque, ci siamo sentiti sempre accolti al punto da essere invitati anche dalle comunità vicine - quella di Ceprano (FR) e quella di Roma per incontri formativi per suore e laici.
Tutto ciò ha fatto crescere in noi il desiderio di incontrarci per pregare con la Parola e a condividere le nostre riflessioni e sentimenti, e il desiderio di conoscere la spiritualità del Piccolo Disegno.
È nato, così, nel 2015, il gruppo di spiritualità, formato da persone che non si conoscevano e che ora condividono un cammino. Strada facendo, grazie alla generosità di qualcuno dei membri ci siamo attrezzati con computer e proiettore per rendere gli incontri più dinamici.
Oltre al nostro cammino di formazione umana e spirituale, di formazione alla Spiritualità del Piccolo Disegno, collaboriamo - secondo le nostre possibilità - con la missione delle suore nel Centro Antiviolenza della Caritas Diocesana. La nostra collaborazione è legata alle possibilità e alle competenze di ciascun membro del gruppo. C’è chi si rende disponibile per riparazioni o nuove istallazioni, necessarie nella struttura al fine di migliorare la permanenza delle ospiti che si avvicendano. C’è chi si rende disponibile ad accompagnare qualche ospite a fare delle passeggiate e, a volte, a portarle nella propria abitazione; c’è anche chi si rende utile per piccoli spostamenti con la propria auto, a volte anche per accompagnare le ospiti in ospedale, o in altri centri per visite specialistiche.
Tutto il gruppo partecipa ai compleanni dei bambini presenti nella struttura e ad altre feste; nonché alle uscite che, di tanto in tanto, il Centro organizza per i propri ospiti. Ricordiamo, in particolare, la passeggiata indimenticabile al lago di Canterno (FR), una domenica, e a Ceprano, in occasione del Lunedì dell’Angelo dello scorso anno. Come dimenticare la partecipazione di tutti noi al Battesimo del piccolo Angelo e la bellissima festa?
Un’altra esperienza importante è stato l’incontro, nel 2016, con le suore della comunità di Fisciano (SA) e con il gruppo di laici che collabora con le suore. Il confronto e la condivisione sono stati molto stimolanti per noi e per loro.
Il nostro desiderio è che questo piccolo gruppo possa allargarsi, e una prospettiva c’è. Nei tempi forti - in preparazione al Natale, alla Pasqua, a San Giuseppe - organizziamo momenti di preghiera aperti a tutti quelli che desiderano partecipare; alcune persone che vengono regolarmente stanno mostrando un interesse a un “di più”!