È nata in me la gioia

di Clotilde
Esercizi suore e laiciNell'ultimo pomeriggio degli esercizi vissuti a Susa a fine agosto ci è stato ricordato che il Signore invita a condividere la gioia per il bene ricevuto. (Dt 26,10).

Io ho la gioia nel cuore e desidero condividerla con tutti gli amici di Villa San Pietro e con coloro che leggeranno queste righe.
Sono tanti i motivi che hanno fatto nascere in me la gioia.
L’Accoglienza: ricordare i nomi di tutti noi, da quale città proveniamo, essere guardati con premurosa attenzione, ci fate sentire importanti e presenti nel vostro cuore. Apparite come il riflesso dell'amore di Dio che ci conosce uno ad uno, e, per bocca di Isaia ci dice: "Prima di formarti nel grembo materno ti conoscevo". Abbiamo bisogno di essere conosciuti e amati, e così ci sentiamo arrivando a Villa San Pietro.
Le Lectio.
Siamo presi per mano e guidati nella Parola, che cresce, si dilata, moltiplica le risonanze dentro il nostro cuore, facendoci scoprire messaggi nuovi in brani che pensavamo di conoscere bene. E scopriamo la verità dalla frase di Is.55,10-11: "Come la pioggia e la neve... la parola uscita dalla mia bocca non ritornerà a me senza effetto...".
La Parola di Dio è eterna, è rivolta all'uomo di ogni tempo, ci parla dell'Amore divino, della sua fedeltà, ma anche delle nostre fragilità, del nostro sterile rimpiangere "le cipolle d'Egitto" e piano piano ci porta alla conoscenza di noi stessi per guidarci fuori dall'Egitto.
Continua...Apri il PDF e leggi