Un forte segno di comunione

di Mauro, laico del “Piccolo Disegno”, Aosta
Segno di comunioneBella iniziativa quella dei mercoledì di san Giuseppe! I nuovi media e i moderni aggeggi, con le loro applicazioni, come ogni strumento e...

come ogni invenzione nella storia di sempre, dipendono da chi li usa. Come la geografia del bene e del male non sta in quello che entra nel nostro corpo, ma in quello che esce dal nostro cuore - anima - volontà (Mc 7, 14ss). Così questi strumenti di comunicazione non sono bene o male di per sé, ma sanno portare tanto bene o tanto male a seconda del loro uso.
E nel caso nostro, vale a dire i mercoledì di san Giuseppe, il mezzo di comunicazione permette di ottenere nobili scopi. Raggiunge tutta la famiglia Giuseppina: suore, consacrati, laici del Piccolo Disegno… Infatti, prima ancora di essere un’iniziativa importante per i contenuti che di volta in volta vengono proposti alla riflessione, essa è un forte segno di comunione e di comunità “a distanza”.
Personalmente questa bella iniziativa mi ha dato un maggiore senso di appartenenza. I contenuti sono spesso di qualità, forse talvolta necessitano di un po’ di tempo per la loro fruizione. Io li considero un dono, come un cesto di frutta dal quale posso scegliere. Accade che a volte guardo e condivido un video. Altre volte non mi sento attratto dal tema. In altre occasioni non ho tempo e rimando la visione. In rari casi non condivido pienamente quanto esposto… Ma il dono è lì, e come ogni dono non può che suscitare un senso di gratitudine.