“Si può dare solo quello che si ha”

di suor Julia Randrianarivelo, Aosta
suor Julia Randrianarivelo, AostaLa Congregazione mi ha concesso un tempo di formazione prolungato, per cui sono in Italia da tre mesi.

Colgo con riconoscenza questa bella opportunità per aprirmi a nuovi orizzonti. Desidero, in seguito, riuscire ad aiutare meglio “il caro prossimo”, consapevole che “Si può dare solo quello che si ha”.
Nel Madagascar ho lavorato, per alcuni anni, in una scuola di formazione tecnica e professionale che insegna: taglio, cucito, cucina, pasticceria, acconciatura... Mi sono trovata tra tante giovani che, non potendo seguire i corsi normali di scuola per ragioni personali, familiari e sociali, desiderano comunque progredire verso una vita migliore. Ero felice di poter condividere quanto sapevo, ma percepivo sempre più anche i miei limiti nel fare fronte al cambiamento culturale e alle varie ideologie religiose che si insinuano tra i giovani.
Nell’Isola Rossa, aiutavo anche la suora responsabile della formazione di alcune giovani che desiderano entrare nel nostro Istituto. Nutrivo un grande desiderio di incentivarle a crescere nella fede, a discernere la volontà del Signore per realizzare davvero il loro sogno di consacrarsi a lui.
Riflettendo su me stessa, però, percepivo dei vuoti e la necessità di alimentare la mia vita spirituale e approfondire le mie conoscenze sulla Sacra scrittura. Sono molto contenta, perciò, di avere questa parentesi di arricchimento e per servire meglio “il caro prossimo” in futuro.
Provo una grande gratitudine verso il Signore, la Congregazione e tutti quelli che mi aiutano. Mi impegno a sfruttare al massimo la loro disponibilità per poi accompagnare le persone che mi saranno affidate, perché siano più serene e più capaci di realizzare qualcosa di bello nella loro vita.
La massima di padre Médaille: “Abbiate sempre davanti agli occhi il fine della vostra vocazione”, mi sprona a vivere sempre più la comunione secondo il nostro carisma. A diventare una vera discepola del Maestro Gesù, che si prende cura delle sue pecorelle.