Capitolo Generale suore s. Giuseppe – Chambéry

suor Gemma Valero, Chambéry
Suor Clementine e suo Gemma Valero - Chambéry - Capitolo GeneraleDa giugno a ottobre 2021, attraverso incontri in Zoom, e poi dal 24 novembre all’11 dicembre, in presenza, si è svolto a Nemi - Roma - il 30° Capitolo Generale...

delle Suore di Chambery. Irmã Vanda, responsabile della nostra piccola Delegazione del Nord est del Brasile, e la sottoscritta abbiamo potuto partecipare come uditrici. Un’esperienza davvero arricchente che ha destato in noi gratitudine e trepidazione, entusiasmo e curiosità.
Perché solo uditrici? La nostra ex Congregazione di Pinerolo è stata assorbita da poco tempo dalla Congregazione di San Giuseppe di Chambery con sede a Roma. Questa a sua volta è presente nei quattro continenti. La nostra presenza all’Assemblea Capitolare non era dunque ancora prevista. Ma tale opportunità di partecipazione è stata per noi un vero regalo, un evento di grazia.
Intanto si è potuto avere uno sguardo più ampio sul mondo e sulla missione delle suore di San Giuseppe nel mondo, impegnate in tante realtà a favore dei più poveri e vulnerabili. Questo ha scaldato il mio cuore allargando la consapevolezza di essere “una” Congregazione, diversificata nei suoi aspetti, anche multiculturali e linguistici, ma unita da quel carisma di comunione. Carisma che si adatta ad ogni situazione. Carisma che si desidera condividere sempre più con gli associati e i laici del Piccolo Disegno.
Nei gruppi di lavoro e scambio, le lingue diverse richiedevano ovviamente la pazienza della traduzione. Mentre nei gruppi di preghiera con sorelle brasiliane, ho rivissuto la bellezza delle condivisioni nel Nord est del Brasile, dove sono stata per più di sette anni.
I momenti informali e i pasti sono stati altrettante occasioni di conoscenza reciproca pur nella difficoltà evidente di comprendersi nelle lingue che si accavallavano. Tuttavia, mani, occhi, gesti, sorrisi, simboli e segni hanno aperto strade inaspettate di comunicazione.
Ho apprezzato molto l’approfondimento del tema dell’interculturalità a cui puntare, attraverso una trasformazione personale e comunitaria. Ho gioito nell’avvicinarmi a contesti diversi di vita fraterna e di missione. Ho ringraziato Dio di stare accanto a donne consacrate che, nonostante limiti e fragilità, cercano di ascoltare lo Spirito per “valutare ciò che é essenziale”. Esse rivelano coraggio nei sogni di speranza, valorizzano la comunicazione e la relazione, promuovono il rispetto del creato e, quindi, di ogni persona.
Questo, e molto altro, ha concretizzato il tema del Capitolo Generale: “Comunità immerse nello Spirito, connesse con il mondo”. Un sogno che alimenta lo sguardo sul futuro colorandolo di speranza, nonostante le nostre diminuzioni numeriche soprattutto in Europa e in America. Sogno che può ridare energia alle nostre debolezze e promuovere vita e armonia nella “Casa comune”. È un equilibrio da coltivare insieme per sostenerci e per spostarci sulle nuove “zone di urgenza”, che gridano in questo mondo, messo in crisi anche da una pandemia che pare non abbia fine.

Didascalia. Immagine n.1: Aula capitolare / n. 2: Gruppo brasiliano con suor Gemma Valero (prima a sinistra) / n. 3 (da sinistra): suor Celine (india); suor Maria Cristina Gavazzi (Italia); suor Dolores, superiora Generale (USA); suor Elisa (Brasile) / n. 4: (da sinistra) suor Gemma Valero e suor Clementine / n 5: Foto di Gruppo.