Cammino di formazione iniziale

La formazione della persona chiamata nel nostro Istituto è un “porsi tra le mani di Dio come materia prima, non ancora modellata, ma capace di ricevere il modello e le forme che Egli vorrà imprimere”. È un processo globale di crescita, un itinerario di conoscenza, di accettazione di sé, un cammino di evoluzione nella dinamica della conversione e del dono.
Il soggetto della formazione è la persona, realtà dinamica in continua trasformazione, chiamata da Dio alla vita religiosa apostolica secondo il carisma del Piccolo Disegno.
In questa prospettiva carismatica, la suora di san Giuseppe è chiamata a porre l’accento sull’essenza della vita cristiana: l’AMORE, inteso soprattutto come unione con Dio, con le sorelle, con il “caro prossimo”, Amore che sgorga dalla vita trinitaria ed eucaristica.
Padre Médaille invita la persona a:

  • contemplare “Dio Padre, modello di perfezione; Dio Figlio, annientato per noi; Dio Spirito Santo che è Amore”;
  • interiorizzare gli atteggiamenti di “Gesù, grande zelatore della gloria del Padre; Maria Vergine, obbediente e piena di grazia; san Giuseppe, tutto carità per Gesù e Maria”;
  • modellarsi su Gesù Eucaristia “mistero di unione perfettamente unificante” che ci abilita alla missione di comunione mediante tutte le opere di misericordia;
  • seguire Gesù povero, vergine, obbediente, che invita ad essere “distaccate, spoglie di tutto e perfettamente contente… a obbedire come figli affidati alla divina Provvidenza”.

La formazione si caratterizza per la sua dimensione antropologica: in un processo di crescita integrale e armonica della persona; cristocentrica: nella configurazione a Cristo, consacrato e inviato dal Padre; carismatica: come progressiva partecipazione all’esperienza spirituale del Fondatore, per incarnare oggi la duplice unione totale per la maggior gloria di Dio e la salvezza del mondo; socio-ecclesiale: cammino che apre la persona al contesto socio-culturale ed ecclesiale per leggere i segni dei tempi e le loro sfide alla luce dl Vangelo e aprirsi alla dimensione universale dell’annuncio.

La formazione è un’azione coordinata condotta tra più agenti:

  • lo Spirito Santo, che forma ai pensieri e ai sentimenti di Gesù;
  • la persona chiamata, che risponde nella libertà e docilità all’opera di Dio;
  • la Chiesa, che nutre con la Parola e i sacramenti e apre al servizio;
  • la comunità religiosa, luogo privilegiato di esperienza di vita nel quotidiano e di crescita del senso di appartenenza alla Congregazione;
  • le incaricate della formazione, che accompagnano il cammino e aiutano nel discernimento;
  • le Superiore, che sono i primi responsabili della formazione iniziale attraverso l’individuazione delle persone responsabili e l’approvazione dei piani formativi, nonché la proposta di itinerari formativi e di iniziative atte ad attuarli.